INDICI AZIONARI
Rialzo
Rialzo
Stabile
Stabile
News Finanza
24/10/17 13:27 (ASCA) DL FISCALE: ARRIVA EMENDAMENTO PD, STOP BOLLETTE A 28 GIORNI Fatture su base mensile o multipli. Si rafforzano sanzioni Roma, 24 ott. (askanews) - Stop alla (...)
Fatture su base mensile o multipli. Si rafforzano sanzioni Roma, 24 ott. (askanews) - Stop alla fatturazione ogni 28 giorni da parte dei gestori tlc o pay tv. E' quanto prevede un emendamento del Pd (primo firmatario Stefano Esposito) al dl fiscale depositato in commissione Bilancio del Senato. La proposta di modifica stabilisce che le bollette siano "su base mensile o multipli". Si rafforzano le sanzioni in caso di violazione. Si prevede, si legge, "una sanzione pecuniaria da 500mila euro a 5 milioni" e "si dispone a carico dell'operatore sanzionato il pagamento di un indennizzo forfetario, non inferiore a 50 euro, in favore di ciascun utente interessato dalla illegittima fatturazione". "I contratti di fornitura nei servizi di pubblica utilità - si legge nella proposta di modifica - prevedono la cadenza di rinnovo delle offerte e della fatturazione dei servizi, ad esclusione di quelli promozionali a carattere temporaneo o stagionale, su base mensile o suoi multipli".
24/10/17 13:21 (ASCA) Fisco, Calenda: con taglio tasse importante spingere investimenti Sono "al centro" delle politiche di governo Roma, 24 ott. (askanews) - "Sentiamo (...)
Sono "al centro" delle politiche di governo Roma, 24 ott. (askanews) - "Sentiamo parlare in campagna elettorale di taglio delle tasse. Siamo tutti felicissimi, sono contento. Però è importante che il taglio delle tasse spinga gli investimenti". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calennda, concludendo al presentazione del rapporto GreenItaly, aggiungendo che gli investimenti sono "al centro" delle politiche di governo.
24/10/17 13:18 FCA RIPORTA RISULTATI RECORD PER IL TERZO TRIMESTRE EBIT adjusted in progresso del 17% a 1,8 miliardi di euro, utile netto adjusted in progresso del (...)
EBIT adjusted in progresso del 17% a 1,8 miliardi di euro, utile netto adjusted in progresso del 25% a 922 milioni di euro, utile netto in aumento del 50% a 910 milioni di euro e margine EBIT adjusted in crescita di 110 punti base al 6,7%. Sono confermati gli obiettivi per l'anno in corso. • Consegne globali complessive pari a 1.123.000 veicoli, in linea con il terzo trimestre 2016. • Ricavi netti pari a 26,4 miliardi di euro, in calo del 2% (in aumento del 2% a parità di cambi di conversione). • EBIT adjusted in crescita del 17% a 1.758 milioni di euro (+23% a parità di cambi di conversione), tutti i settori con segno positivo e in miglioramento. • Margine di Gruppo al 6,7% (+110 punti base) e tutti i settori in crescita, con NAFTA all'8,0%, Maserati al 13,8% e Componenti al 5,3%. • Utile netto adjusted in rialzo del 25% a 922 milioni di euro; utile netto in aumento del 50% a 910 milioni di euro. • Indebitamento netto industriale a 4,4 miliardi di euro, in aumento di 0,2 miliardi di euro rispetto a giugno 2017 (invariato a parità di cambi di conversione). • Nel trimestre S&P ha innalzato da stabile a positivo l'outlook di FCA e confermato il rating sul debito a lungo termine a "BB" (RV - www.ftaonline.com)
24/10/17 13:16 (ASCA) FCA CONFERMA GLI OBIETTIVI 2017, RICAVI A 115-120 MILIARDI Utile netto adjusted oltre 3 miliardi, debito sotto 2,5 mld Roma, 24 ott. (askanews) - Fiat (...)
Utile netto adjusted oltre 3 miliardi, debito sotto 2,5 mld Roma, 24 ott. (askanews) - Fiat Chrysler conferma gli obiettivi per il 2017, con ricavi netti attesi tra 115 e 120 miliardi. Lo afferma Fca dopo il cda sui risultati trimestrali. L'utile netto adjusted è previsto oltre i 3 miliardi, l'Ebit adjusted superiore a 7 miliardi, mentre l'indebitamento netto industriale sarà inferiore a 2,5 miliardi.
24/10/17 13:13 LA BORSA ITALIANA ACCELERA AL RIALZO, FTSE MIB +0,72% La borsa italiana accelera al rialzo, Ftse Mib +0,72%. (SF - www.ftaonline.com)
La borsa italiana accelera al rialzo, Ftse Mib +0,72%. (SF - www.ftaonline.com)
Analisi mercato
24/10/17 13:22:38 Sul fronte macroeconomico sono stati pubblicati questa mattina gli indici Pmi del settore manifatturiero: il PMI dell'intera Eurozona e' salito a 58,6 punti in ottobre, superando le aspettative (57,7). Rallenta invece l'attivita' economica nel suo complesso in Eurolandia, con l'indice composito ad ottobre in calo a 55,9 dai 56,7 punti di settembre (era atteso a 56,4): il comparto dei servizi ha restituito infatti segni di debolezza, con l'indice sceso a 54,9 punti in ottobre dai 55,8 punti di settembre. In Germania il dato preliminare PMI Manifatturiero nel mese di ottobre e' sceso lievemente, a 60,5 punti dai 60,6 punti di settembre, segnalando comunque il proseguimento della crescita del settore (sui massimi da sei anni e mezzo); l'Indice PMI dei servizi nello stesso mese si è attestato a 55,2 punti, di poco inferiore alla lettura precedente ed alle attese (entrambe a quota 55,6). In Francia si segnala poi un lieve rallentamento della fiducia delle imprese ad ottobre, a 109 punti dai 110 di settembre. Il mercato attende ormai le notizie che giungeranno dalla BCE nel pomeriggio di giovedi, quando verrà probabilmente annunciato l'avvio del cosiddetto “tapering”, la riduzione dei massicci stimoli monetari portati avanti sinora. Indiscrezioni rilanciate dalle agenzie di informazione parlano di una riduzione degli acquisti di assets mensili, da 60 mld a 30 mld di euro, a partire dal prossimo gennaio sino a settembre 2018: la BCE potrebbe tuttavia astenersi per il momento dal comunicare un termine per la estinzione del QE. In attesa di novità da Francoforte ma anche dagli Usa (dove prosegue il “casting” di Donald Trump per la scelta del prossimo Presidente della Fed) i mercati guardano con attenzione alle trimestrali che vengono pubblicate di giorno in giorno sia nel Vecchio che nel Nuovo continente, che di fatto condizionano l'intonazione dei mercati azionari. La Borsa di Francoforte sale dello 0,15%, quella di Parigi dello 0,30% mentre Londra muove poco oltre la parità; anche Madrid, avanza lievemente, dello 0,25% (toni meno aspri da parte del governo centrale lasciano pensare alla possibilità di una trattativa con la Catalogna). Milano si pone in luce con la migliore performance, un +0,70%, spinta chiaramente dai dati trimestrali di alcune società. Da segnalare Saipem, che oggi sale del 10% circa dopo conti lievemente migliori delle attese: in questo caso il mercato sembra “sollevato” dal fatto che non siano state comunicate sorprese negative (in passato erano stati frequenti i “profit warning” in occasione delle trimestrali). Bene anche Italgas (+5%), che ritocca i massimi storici dopo aver battuto le stime nel trimestre ed accelera anche Luxottica (+5%) grazie anche alla buona trimestrale di Essilor. Oltre le previsioni anche i numeri di Finecobank, che presenta un +5% a Piazza Affari. Accelera anche FCA dopo i conti e raggiunge quasi un +4% a 14,7 euro: i risultati si sono attestati sopra il consensus, con un utile netto balzato del 50% a 910 milioni. La societa' inoltre ha confermato i target 2017. In attesa delle notizie dalla BCE l'euro si mantiene stabile contro dollaro, a cavallo di 1,1750, e prova ad avanzare contro yen, avvicinando quota 134. Da segnalare eur/chf sopra quota 1,16. Sul mercato del reddito fisso si osservano prese di beneficio, con i rendimenti dei governativi in lieve crescita. Il Bund tedesco decennale rende oggi lo 0,48% (ieri era allo 0,44%), il BTP si trova al 2,04% (4 bp oltre la rilevazione di ieri in chiusura) mentre il Bono spagnolo passa dal 1,63% di ieri al 1,66% odierno.
Performance indici azionari ultimi 12 mesi
+30,36%
+26,26%
+21,40%
+28,26%
Performance valute 12 mesi
EURUSD
+7,94%
EURJPY
+17,96%
EURCHF
+7,06%
EURGBP
+0,03%
GBPUSD
+7,91%
USDJPY
+9,32%
Tassi ufficiali
Euro 0.00%
Usa 1.00% - 1.25%
UK 0.25%
Swiss -1.2% - -0.2%
Japan 0.00%
Can 1.00%
Aus 1.50%
Rendimenti Titoli di Stato
BTP 1y : -0,32%
BTP 2y : -0,15%
BTP 3y : +0,12%
BTP 4y : +0,40%
BTP 5y : +0,79%
BTP 6y : +1,08%
BTP 7y : +1,44%
BTP 8y : +1,67%
BTP 9y : +1,80%
BTP 10y : +1,99%