INDICI AZIONARI
Rialzo
Rialzo
Stabile
Stabile
News Finanza
24/04/18 14:07 Caterpillar alza stima utile 2018 Caterpillar, colosso americano delle macchine movimento terra, ha annunciato una trimestrale (...)
Caterpillar, colosso americano delle macchine movimento terra, ha annunciato una trimestrale superiore alle attese ed ha rivisto al rialzo la guidance sull'utile 2018. Nel primo trimestre l'Eps adjusted si è attestato a 2,82 dollari su ricavi per 12,86 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 2,12 dollari su ricavi per 11,98 miliardi. Per l'intero esercizio la società ora stima un utile per azione adjusted compreso tra 10,25 e 11,25 dollari (da 8,25-9,25 dollari della precedente guidance). Il titolo nel premarket a Wall Street guadagna il 4%. (RV - www.ftaonline.com)
24/04/18 14:04 (ASCA) TIM, ELLIOTT: SOCIETÀ NECESSITA DI UN DECISO CAMBIO DI ROTTA Grazie a nostra iniziativa cda si è dimesso Milano, 24 apr. (askanews) - Elliott torna a ribadire (...)
Grazie a nostra iniziativa cda si è dimesso Milano, 24 apr. (askanews) - Elliott torna a ribadire in assemblea degli azionisti di Tim che con la gestione di Vivendi la società ha sofferto di una governace "inadeguata e necessita di un deciso cambio di rotta". Intervenuto in assemblea degli azionisti, il rappresentante del fondo attivista di Paul Singer che ha l'8,84% di Tim e che in queste settimane ha dato battaglia a Vivendi azionista di Tim con il 23,94%, prendendo atto della decisione del giudice di ieri, ha espresso il convincimento che "la nostra iniziativa abbia innescato una positiva fase di cambiamento per la società. La nostra iniziativa ha portati gli amministratori a rimettere il mandato dando la possibilià per il nuovo cda. I nostri 10 candidati sono candidati di elevatissimo standing tutti caratterizzati da tratto fondamentale indipendenza.
24/04/18 13:56 (ASCA) TIM, ELLIOTT: SOSTEGNO A GENISH AD MA 4 MAGGIO SI VOLTA PAGINA Bene mantenimento attuale amministratore delegato Milano, 24 apr. (askanews) - "L'assemblea (...)
Bene mantenimento attuale amministratore delegato Milano, 24 apr. (askanews) - "L'assemblea del 4 maggiò farà voltare pagina alla società". Lo ha detto il rappresetante di Elliott in assemblea degli azionisti di Tim in merito alla prossima assemblea in cui si voterà per il rinnovo del cda. Elliott ha detto comunque di essere "concorde alla nomina di Genish come ad evitando discontinutà ad azienda e mercato" nella ssemblea di oggi.
24/04/18 13:44 (ASCA) Snam, Alverà: bene scissione Italgas, ha portato valore Total shareholder return di Snam da quel momento è pari al 9% San Donato Milanese (MI), 24 apr. (...)
Total shareholder return di Snam da quel momento è pari al 9% San Donato Milanese (MI), 24 apr. (askanews) - "La sera prima dell'operazione" della scissione di Italgas da Snam, "la vecchia Snam valeva 4,58 euro, oggi la somma di Snam e di un quinto di Italgas fa circa 4,86 euro, il 6% in più, non tenendo conto dei dividendi pagati da allora". Lo ha spiegato l'Ad di Snam, Marco Alverà, nel corso dell'assemblea degli azionisti, difendendo l'operazione e sottolineando che il total shareholder return di Snam da quel momento è stato pari al 9%, "in linea se non superiore ai principali competitor europei". Per quanto riguarda Italgas, "la performance di Borsa ci piace molto: è successo quello che ci sia auspica da una scissione, cioè è stato tirato fuori un business differente dal perimetro e lo si è valorizzato, con soddisfazione di tutti, essendo noi soci".
24/04/18 13:43 (ASCA) WHIRLPOOL CEDE EMBRACO A NIDEC, MA NON LO STABILIMENTO TORINESE Sindacati: su reindustrializzazione si passi ai fatti Torino, 24 apr. (askanews) - La Whirlpool ha (...)
Sindacati: su reindustrializzazione si passi ai fatti Torino, 24 apr. (askanews) - La Whirlpool ha annunciato la vendita dell'Embraco alla giapponese Nidec Corporation, ma l'accordo non include lo stabilimento di Riva di Chieri, in cui lavorano 537 persone (di cui 497 licenziate a fine 2018). Lo riferiscno Uilm e Fiom di Torino, che citano un comunicato della multinazionale, che precisa "Whirlpool prevede di cessare le attività e terminare la produzione presso lo stabilimento di Embraco, in Italia, che è soggetto a un accordo separato con le autorità locali e i sindacati. Pertanto, la struttura di Embraco Italia non è inclusa nella vendita a Nidec Corporation". Dario Basso, segretario della Uilm torinese, e Vito Benevento, responsabile Embraco per la Uilm, prendono atto dell'annuncio "che in questa fase genera confusione su confusione". "Da quanto comprendiamo, riteniamo che nulla cambi nella situazione del 497 lavoratori in esubero a riva di Chieri. Azienda e ministero ci aggiornino al più presto sul progetto di reindustializzazione, l'unico al momento in grado di dare prospettive ai lavoratori" hanno sollecitato i due sindacalisti. Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, e Lino La Mendola, responsabile dell'Embraco per la Fiom-Cgil, hanno fatto notare che "Questa operazione, sicuramente iniziata tempo fa, ci rivela ancora di più i motivi della chiusura alla trattativa dell'Embraco fino a metà febbraio e la fretta nella volontà di chiudere lo stabilimento". "Ci è voluta una fortissima mobilitazione, arrivata fino al parlamento europeo, per avere quantomeno da parte di Whirlpool una presa di responsabilità per favorire una reindustrializzazione del sito di Riva di Chieri. Sulla reindustrializzazione siamo ancora alle parole, si deve, nei prossimi giorni, passare ai fatti concreti" hanno concluso gli esponenti della Fiom.
Analisi mercato
24/04/18 13:21:29 Il biglietto verde si è portato questa mattina sotto quota 1,22 contro euro, segnando un massimo a 1,2180, livello molto prossimo al top del primo di marzo (quando venne segnato il massimo del trimestre a 1,2153). La spinta del dollaro è sorretta dalla percezione di un'attenuazione dello scontro sul fronte commerciale con la Cina ma anche dallo stop ad esperimenti nucleari annunciato dalla Corea del Nord. La divisa Usa beneficia poi dell'elevato profilo dei rendimenti americani: il decennale duella ormai da qualche seduta con la soglia da molti ritenuta “strategica” del 3,00% ma anche il biennale sta aggiornando di giorno in giorno i propri massimi ed è ormai a ridosso del 2,50%. Da parte sua l'euro è meno tonico negli ultimi giorni in relazione ad una serie di dati macro non entusiasmanti: questa mattina è stato pubblicato un indice Ifo (che misura la fiducia delle imprese in Germania) ancora in calo ad aprile, a 102,1 punti dai 103,3 del mese precedente (si tratta del terzo calo consecutivo). Anche in Italia dati deludenti ad aprile: secondo l'Istat l'indice di fiducia dei consumatori è diminuito da 117,5 a 117,1 punti e l'indice di fiducia delle imprese ha riportato una flessione da 105,9 a 105,1. I mercati azionari hanno provato ad approfittare della buona intonazione de le borse asiatiche (sorrette da voci di politiche espansive in rampa di lancio a Pechino) ma nel Vecchio Continente si osserva un andamento contrastato a metà seduta. Il Dax tedesco segna un +0,30% ma la Borsa di Parigi è ferma sulla parità mentre Milano si limita ad un +0,20%. Gli operatori fissano ormai lo sguardo sui risultati societari in corso di pubblicazione mentre si guarda sempre con distacco al sostanziale stallo sul fronte politico a Roma, con la formazione di un governo che appare ancora lontana. A Piazza Affari da segnalare il balzo di Ferragamo (+2,6% sulla scia del superamento di una resistenza importante a 23,80) ma si segnala anche il rimbalzo di Interpump (+2,5%) e di Italgas (+2%). In negativo invece si nota il -3,6% di Mediolanum dopo una contestazione della Guardia di Finanza alla società irlandese del gruppo ed il -1,6% di Bper Banca su voci di un possibile aumento di capitale.  Sul fronte dei titoli di stato, il differenziale di rendimento tra Btp e Bund decennali è stabile attorno ai 117 punti base, poco condizionato dal quadro politico: il decennale italiano è infatti poco mosso attorno ai 180 punti base. Sul primario buona domanda stamattina per i Ctz e i Btp indicizzati all'inflazione dell'area euro collocati dal Tesoro: venduti in totale 3,75 miliardi di euro di titoli con rendimenti in calo. Tra le materie prime segnali di recupero sulla scia dell'allungo dei prezzi del petrolio, in un mercato che si interroga sulla possibilità che le sanzioni statunitensi possano impattare sulla produzione dell'Iran. I greggio Wti si è riportato sui 69 dollari al barile mentre il Brent è risalito sopra la soglia 75.
Performance indici azionari ultimi 12 mesi
+21,48%
+18,62%
+4,35%
+18,98%
Performance valute 12 mesi
EURUSD
+13,83%
EURJPY
+13,38%
EURCHF
+11,87%
EURGBP
+4,62%
GBPUSD
+8,81%
USDJPY
-0,36%
Tassi ufficiali
Euro 0.00%
Usa 1.50% - 1.75%
UK 0.50%
Swiss -1.2% - -0.2%
Japan 0.00%
Can 1.25%
Aus 1.50%
Rendimenti Titoli di Stato
BTP 1y : -0,37%
BTP 2y : -0,19%
BTP 3y : +0,07%
BTP 4y : +0,38%
BTP 5y : +0,67%
BTP 6y : +0,98%
BTP 7y : +1,25%
BTP 8y : +1,45%
BTP 9y : +1,65%
BTP 10y : +1,82%