INDICI AZIONARI
Stabile
Ribasso
Ribasso
Stabile
News Finanza
24/07/17 12:24 (ASCA) Case auto Germania ancora giù in Borsa dopo scandalo "Kartell" Vw -2,90%, Daimler -3,56% dopo le flessioni già viste venerdì Roma, 24 lug. (askanews) - Nuovi (...)
Vw -2,90%, Daimler -3,56% dopo le flessioni già viste venerdì Roma, 24 lug. (askanews) - Nuovi cali in Borsa delle principali case automobilistiche della Germania. Flessioni che si aggiungono a quelle già pesanti, registrate venerdì scorso dopo che il settimanale Spiegel ha anticipato una indagine dell'Antitrust tedesco da cui emerge un sospetto cartello dei costruttori teutonici da oltre 20 anni a questa parte su una serie di aspetti legati che va dalla componentistica, alle tecnologie e anche le emissioni di inquinanti. Vicenda che in questo modo si è legata allo scandalo Dieselgate. A metà giornata le azioni Volkswagen segnano un meno 2,90 per cento a 137,25 euro, laddove prima delle anticipazioni del settimanale navigavano sopra i 146 euro. Bmw cala del 2,60 per cento a 79,08 euro, Audi (che comunque è controllata dal gruppo Vw) si limita al meno 0,64 peer cento a 711,58 e Daimler Mercedes cede il 3,56 per cento a 60,35 euro.
24/07/17 12:22 Vendite sulle auto tedesche, UE conferma indagini su cartello Forti vendite sul settore auto europeo: l'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna -2,2%. Le (...)
Forti vendite sul settore auto europeo: l'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna -2,2%. Le vendite colpiscono soprattutto le case tedesche dopo che la Commissione Europea ha confermato le indiscrezioni di stampa relative all'avvio di indagini sull'ipotesi di cartello tra i produttori teutonici sulle emissioni. Sotto pressione BMW (-2,9%), Daimler (-3,7%), Volkswagen (-2,9%). (SF - www.ftaonline.com)
24/07/17 12:09 (ASCA) TIM BRILLA IN BORSA (+2,6%), OGGI CDA SU USCITA DELL'AD CATTANEO In corso comitato nomine e remunerazioni Milano, 24 lug. (askanews) - Telecom ben comprata in (...)
In corso comitato nomine e remunerazioni Milano, 24 lug. (askanews) - Telecom ben comprata in Borsa nel giorno dell'addio del Ceo Flavio Cattaneo. Le azioni salgono del 2,6% a 0,834 euro, in decisa controtendenza rispetto all'andamento debole di Piazza Affari. La notizia dell'uscita del manager, che comunque rimarrà in carica fino a venerdì, quando Cattaneo presenterà agli analisti i conti trimestrali, è comunque già stata metabolizzata dal mercato considerando i rumors a riguardo che si sono susseguiti da inizio luglio. E' intanto in corso il comitato nomine e remunerazioni per l'esame della proposta di definizione consensuale dei rapporti fra la società e Cattaneo, mentre alle 18 a Roma prenderà il via il cda.
24/07/17 12:09 (ASCA) CAMPARI VENDE I BRAND CAROLANS E IRISH MIST PER 165 MILIONI USD Da 2016 abbiamo ceduti asset non strategiche per 260 milioni Milano, 24 lug. (askanews) - Campari (...)
Da 2016 abbiamo ceduti asset non strategiche per 260 milioni Milano, 24 lug. (askanews) - Campari ha siglato un accordo per la cessione dei brand Carolans e Irish Mist a Heaven Hill Brands. Il corrispettivo dell'operazione è pari a 165 milioni di dollari (141,7 mln di euro al tasso di cambio corrente). Il business ceduto comprende i marchi Carolans Irish Cream e Irish Mist (Irish Mist Liqueur e Irish Mist Whiskey), il magazzino e asset produttivi. Heaven Hill Brands è la maggiore società statunitense indipendente di proprietà familiare operante nel settore dei distillati alcolici, con sede principale a Bardstown, Kentucky. Sesta per dimensione negli Stati Uniti, la società ha prodotto e sta invecchiando il secondo più grande stock di bourbon a livello mondiale. "La vendita di Carolans e Irish Mist rappresenta la più grande cessione di brand completata dal Gruppo - ha detto il Ceo di Campari, Bob Kunze-Concewitz - Con questo accordo, continuiamo a razionalizzare il nostro portafoglio non strategico e aumentare il focus sui marchi spirit prioritari, in particolare negli Stati Uniti, mercato chiave e principale area geografica del Gruppo. Inoltre, grazie a questa cessione, possiamo accelerare ulteriormente la riduzione del nostro indebitamento finanziario. Dall'inizio del 2016 abbiamo ceduto attività non strategiche per un valore complessivo di circa 260 milioni di euro".
24/07/17 12:00 ITWAY CEDE AZIONI PROPRIE In attuazione del programma di acquisto di azioni proprie autorizzato dall'Assemblea degli (...)
In attuazione del programma di acquisto di azioni proprie autorizzato dall'Assemblea degli Azionisti, Itway S.p.A. comunica che, nel periodo tra il 17 luglio 2017 ed il 21 luglio 2017, ha complessivamente venduto n. 500 azioni ordinarie Itway S.p.A. (corrispondenti allo 0,01% del capitale sociale), ad un prezzo medio unitario pari a Euro 1,6490 per azione, al netto delle commissioni, per un controvalore totale pari a Euro 824,50. A seguito della vendita comunicata in data odierna la Società detiene un totale di 943.716 azioni proprie pari all'11,94% del capitale sociale. (RV - www.ftaonline.com)
Analisi mercato
24/07/17 08:05:33 Dopo una settimana fiacca per i mercati azionari europei che venerdi hanno accentuano le perdite trascinati al ribasso dai settori dell'automotive e bancario, gli indici asiatici mostrano una partenza di nuova ottava contrastata con la Borsa del Giappone in ribasso: indice Nikkei -0,6%. Salgono i mercati azionari della Cina: Hong Kong +0,5%, indice CSI 300 di Shanghai e Shenzen +0,2%. Nuovo record storico per la Borsa dell'India: BSE Sensex +0,5%. Fase molto difficile per il dollaro che, dopo essere scivolato nei confronti dell'euro su minimi che non si vedevano dal 2015 dimostra grosse difficolta' a recuperare posizioni. Anche oggi il cross Eur/Usd tratta nei pressi di quota 1,168, confermando l'oggettivo interesse dei mercati nei confronti dell'euro, malgrado le parole di Draghi della scorsa settimana che confermano la volonta' della Bce di tenere i tassi bassi e attivi gli stimoli monetari in genere. In ogni caso, il sentiment di mercato seguita a guardare oltre, verso quell'inevitabile situazione in cui la Banca Centrale di vedra' costretta ad un probabile cambio di rotta. Anche il petrolio fatica a recuperare posizioni, avendo interrotto la scorsa settimana il rimbalzo correttivo che sembrava poterlo riportare in quota. Questa mattina i prezzi riflettono la brutta giornata di venerdi scorso, segnando quota 48 per il Brent e 45,80 per il Wti. Se le parole della Bce non hanno effetto sul dollaro, forte invece e' l'impatto avuto sul reddito fisso con il Btp in grande spolvero la scorsa settimana e, in generale negli ultimi 15 gg. Il future Eurex sul decennale e' salito di oltre 3 punti percentuali nelle ultime due settimane d anche stamattina mantiene le posizioni, aprendo a quota 136,50.
Performance indici azionari ultimi 12 mesi
+26,16%
+19,57%
+20,52%
+16,20%
Performance valute 12 mesi
EURUSD
+5,77%
EURJPY
+11,02%
EURCHF
+1,52%
EURGBP
+7,65%
GBPUSD
-1,74%
USDJPY
+4,94%
Tassi ufficiali
Euro 0.00%
Usa 1.00% - 1.25%
UK 0.25%
Swiss -1.2% - -0.2%
Japan 0.00%
Can 0.50%
Aus 1.50%
Rendimenti Titoli di Stato
BTP 1y : -0,34%
BTP 2y : -0,09%
BTP 3y : +0,22%
BTP 4y : +0,50%
BTP 5y : +0,86%
BTP 6y : +1,13%
BTP 7y : +1,49%
BTP 8y : +1,70%
BTP 9y : +1,86%
BTP 10y : +2,10%